Brother Lo, Andermatt (Ch)

 camera Meno 12° e sole: perfetta giornata lavorativa a Andermatt, Svizzera.

Ancora, ancora!

Search? Find!

Loading

Stagione '04

Piz Lagrev [25 aprile '04]

C'era un conto da saldare. L'umiliante ritirata, a cima conquistata, dell'anno prima [Sabato 3 maggio 2003] andava regolata, i conti pagati, le proporzioni ristabilite. E bro Lo non era tipo da lasciare conti in sospeso. Lasciati i suoi pard ai rispettivi destini fatti di pannolini e prime comunioni, bro Lo decise per una più affidabile compagnia: il vecchio socio di cascate, Angelo Farè, con cui ancora figura in un paio di guide alla voce ^prime ascensioni^. In uno splendido mattino di aprile di due partirono alla volta del Piz Lagrev con l'ovvio intento di non fare prigionieri e con due paia di sci fat mica da ridere, giusto per gustarsi la discesa nella neve trasformata di fine stagione. Ma il Lagrev non è bestia da poco: temperature sotto zero e un forte vento da nord avevano trasformato il tutto in una pestata mica da ridere. Altro che neve trasformata. Le prime difficoltà spiegarono subito ai due perché i negozianti insistevano sulla necessità di pelli larghe sagomate. Altro che balle: senza pelli sagomate gli sci larghi - e quelli di Angelo erano veramente larghi - non prendono e i rampanti servono ben poco sul ripido. Se il Lagrev si aspettava che l'amicizia dei due si rivelasse un ostacolo per la conquista (se molli, sono con te), aveva fatto male i conti: dopo appena venti minuti bro Lo - pellesagomatamunito - mollò bro Angel in coda a un gruppo di talloni liberi e puntò dritto alla cima. Superato il primo salto, pensò bene di chiamare casa per rassicurare la famigliola: e qui commise il primo errore. Perchè soltanto dopo aver detto alla figlioletta di 8 anni <<Saluta la mamma e dalle un bacio per me>> si rese conto di aver usato più o meno le stesse parole che Renato Casarotto rivolse dal crepaccio alla moglie. A questo punto commise il secondo errore: chiamò nuovamente e alla moglie disse <<NON sono in un crepaccio>>. Ne aggiunse un terzo: <<Ho perso Angelo>>, dichiarò. La comunicazione disturbata, il vento, l'ansimare della salita [poche balle, il telefonino si usa mentre si va, mica ci si ferma come dei pirloni], fecero sì che la moglie, già di per suo ostile verso l'alpe, recepisse il seguente messaggio: <<... crrr ... crepaccio ... crrr ... perso Angelo ...>>. Il resto della storia richiede un velo pietoso: decine di euro di telefonate tra Como e Milano (campo base statico del fratello milanese), ripetuti tentativi di contatto telefonico, il conto Vodafone che ingrassava e così via fino a quando bro Lo, dopo una decina di squilli del telefonino, compreso che non poteva fidarsi di nessuno e che il tutto lo stava rallentando, inviò un SMS rassicurante ai due ["Sto bene!"] cui forse poteva anche aggiungere un bossiano "Non rompetemi i c...". Due ore e mezza complessive per conquistare la vetta, in luogo delle tre di rito. Il conto era stato saldato, le proporzioni regolate. Dall'alto della vetta bro Lo scattò quattro scatti per una panoramica, tolse le pelli, bloccò gli attacchi e puntò a valle: duemila metri più in basso il crotto Quartino lo aspettava.

foto

foto

Link a scheda

scheda

Morterasch [4 aprile '04]

No report

Foisch [2 gennaio '04]

SLF Previsione del pericolo di valanghe. Locale aumento del pericolo di valanghe, dovuto ai forti venti [...] Parte occidentale del versante nordalpino; restante Vallese; Sud del Ticino: Moderato pericolo di valanghe. I punti pericolosi si trovano soprattutto nelle conche e nei canaloni ripidi esposti in tutte le direzioni al di sopra dei 2000 m circa. Risulta pericolosa soprattutto la neve vecchia soffiata, che è stata ricoperta dalla neve fresca soffice caduta nel corso dell'ultima settimana e che risulta pertanto difficilmente individuabile. Ma anche gli accumuli freschi di neve soffiata di piccole proporzioni risultano essere instabili. Previsioni del tempo: molto nuvoloso con precipitazioni sparse.

Dormito male? Foisch! Digestione pesante? Foisch! Fuori allenamento? Foisch! Giù di corda? Foisch! Troppa neve? Foisch! Pericolo valanghe livello 5? Foisch! Brutto tempo? Foisch! Solo mezza giornata? Foisch! Certezza della cima? Foisch! Ristoro a due passi? Foisch! Manca qualcosa (fra ciò che la montagna può dare e che a uomini del nostro tipo può interessare)?

foto

foto